Avviso ai naviganti


AVVISO AI NAVIGANTI: A causa di insulti e messaggi astiosi ricevuti, abbiamo introdotto la moderazione dei commenti nel blog. Eravamo tra i pochi rimasti a non filtrare i commenti e ad accettare critiche discutendone apertamente, ma i tempi cambiano e il livello dello scontro e del "fuoco amico" pure.
L'alternativa è: Economia prossimale - Conversione ecologica dell'industria - Ri-modellazione del sistema di trasporti - Opere locali PER il territorio - Sviluppo delle energie rinnovabili - Efficienza energetica - Utilizzo della tecnologia per praticare la 'mobilità immobile' - Produzione e consumo responsabile - Agricoltura di prossimità - Cultura dei Beni Comuni - Sobrietà negli stili di vita - Cultura della democrazia dal basso e della partecipazione - Condivisione del sapere per sviluppare la democrazia degli uguali - Sviluppo della scuola, dell'università e della ricerca per sperimentare nuovi modelli culturali e sociali

24 dicembre 2012

I Babbi Natale smontano il cantiere della Pedemontana

Anche i babbi natale si schierano contro la devastazione del territorio e il cantiere della Pedemontana!!!

Smontate recinzioni e imballate ruspe e macchinari.

Una cinquantina di Babbi Natale, giunti a bordo di slitte trainate da infaticabili renne, hanno compiuto nel primo pomeriggio di oggi presso il cantiere della Pedemontana di Montecchio Precalcino un'azione di smontaggio del cantiere stesso.

Circa trecento metri della recinzione che delimita i lavori sono stati smontati e alcune ruspe sono state "imballate e sigillate", messe quindi sotto sequestro dai babbi natale. Questo cantiere produce danni all'ambiente, distrugge i nostri territori e svuota il portafoglio dei contribuenti. Qualcuno doveva porsi il problema di metterlo sotto sequestro e smontarlo, applicando dal basso le sentenze del tar che sospendevano i lavori del cantiere, visto che gli organi competenti e coloro che dovrebbero salvaguardare gli interessi del territorio, latitano.

Il governatore Zaia che predica "basta cemento" va poi a bracetto con i capi delle lobby mafiose dell'asfalto selvaggio di questa regione e svende il "paroni a casa nostra' promuovendo grandi e inutili opere dal costo stratosferico mentre non ci sono fondi per la scuola, la sanità e il sociale.

I babbi natale, come regalo alla popolazione della provincia di vicenza, hanno voluto quindi restituire alla collettività un pezzo di territorio.

Dalle lande innevate della Lapponia il subcomandante Babbo Natale ringrazia i suoi preziosi e instancabili aiutanti per il lavoro svolto oggi augurandosi poi che l'epifania tutto il cantiere si porti via!!!

24 / 12 / 2012
Fonte della notizia 

*** Alcune fonti riferiscono di applausi ed incoraggiamenti da parte dei numerosi automobilisti che transitavano sul luogo. Questi fatti dovrebbero fare riflettere i nostri amministratori: se l'illegalità viene procrastinata con pervicacia e con ogni mezzo, prima o poi qualcuno si stanca. 
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2 commenti:

  1. Ci mancava solo la cazzata di fine anno...

    RispondiElimina
  2. sarai bello te che stai seduto a far niente

    RispondiElimina

Sotto la neve pane. Sotto il cemento fame!